Scritto il 18-Aprile-2002 : 22:08
Arrotolata di frittata
Gnocchi della passione
Sel Francese
Storico
Ricetta N° 4967
Scaloppina alle rose kasher
Sale

Vedi La cultura della pasta.

Prima di dare una spiegazione allo storico debbo ricordare che ho accertato a mie spese che la salinitÓ è superiore in Italia poi in Inghilterra e Francia, Germania, Lussemburgo e Belgio vanno di pari, meno ancora in Svezia, Olanda, Danimarca e Norvegia, tanto per citare le nazioni ove lavorai.

Si deve probabilmente la scoperta del sale agli animali, che risale giÓ all'epoca del bronzo.
Varie specie di scimmie vivendo ai bordi dei mari bagnano i loro alimenti nell'acqua di mare, antilopi, gazelle, bisonti e altri animali alla scoperta di una roccia salina la leccano volentieri.
L'estrazione del sale risale ad un periodo che varia fra i 10000-9000 anni av. Cristo.
Ben presto nelle varie civilisazioni vi f¨ un commercio molto attivo del sale, la prima civilisazione Cinese vede giÓ il salaggio per mantenere vari alimenti (pesce e carni), man mano che le saline si moltiplicavano nacquero attorno le prime concentrazioni di popolazioni.
I fisiologisti moderni distinguono bene il sapore, l'appetenza dei sapori salati, dal bisogno del nostro organismo appoggiandosi su dati biochimici ora indiscussi.
La pratica del salaggio e la sua invasione, il suo consumo ha contribuito allo sviluppo del sapore ora facendo parte integrale del nostro organismo.
Dai tempi della civilisazione Egizzia e Greca la facilitÓ di trovare il sale ha fatto dei consumi abusivi.
Ma il sale è un fabbisogno fisiologico elementare.
Una mucca ha bisogno dai 4 ai 12 Kg. di sale all'anno.
Il sale è presente nei precetti religiosi, nei simboli, elemento necessario considerata ora una necessitÓ che varia secondo l'attivitÓ da 1 a 5 gr. giornalieri per avere un equilibrio idroeletrolitico.
Il sale è stato anche un mezzo di dominio nel corso dei secoli, eliminando il sale potevano prendere il potere della zona.

La strada del sale era pi¨ antica ancora che la strada del pepe, i Romani non utilizzavano molto il sale, sostituito dai loro vari garum, nelle altre civilisazioni dell'epoca che precede i Romani, il sale era utilizzato molto spesso, esso oltre che agrementare i sapori delle vivande esso era utilizzato per conservare.
Prestissimo scoprirono che il sale prosciugava il sangue residuo nel corpo degli animali (di cui gli Ebrei kasherizzano le carni prima lavandole poi lasciandole qualche ora sotto sale).
I salumi probabilmente nacquero con la conservazione col sale, aggiunsero in seguito le spezie, le salsicce (dal latino salsicia dall'Italiano salsiccia e dallo Spagnolo salchichon), il sale impedisce i microorganismi di svilupparsi provocando una essiccazione delle carni.

Per˛, vi è un fatto per me inspiegabile, una mosca o un moscone che essi non siano feriti e che muoiono per annegamento (sino ad un massimo di 48 ore) in vari liquidi non tossici, ricoprendole col sale fine esse tornano dopo vari Mn. a muoversi e dopo essersi ben asciugate riprendono la vita normale.
Vane le ricerche che feci per sapere per quale reazione esse tornano a vivere.