Scritto il 25-Marzo-2002 : 06:39
Gnocchi Evy
Fonduta fritta al Parmigiano Reggiano
Pointes de pin Francese
Storico
Ricetta N° 4906
Gobbetti con ricotta fiorita
Punte di pino

Le punte di pino quando sono di un verde chiaro sono estremamente ottime per la circolazione del sangue (pare).
I Galli utilizzavano moltissimi le punte e i boccioli degli alberi vari, non avendo ne i mezzi per comperare ne la conoscenza delle spezie esotiche, i Galli condivano con ci˛ che trovavano sul posto, la loro povertÓ gastronomica li obbligava di assaporare con qualsiasi cosa.
Quasi tutte le punte dei pini e i boccioli di alberi vari possono essere consumati, basti avere una buona conoscenza dei boccioli consumabili.
Una delle rare cose che i Romano, i Spagnoli, i Germani e gli Olandesi copiarono dai Galli f¨ proprio i boccioli degli alberi.
L'unico che conosco sia di sapore sia di qualitÓ è il bocciolo di pino e le sue punte, mia Madre mi faceva bere un tisana (che mi piaceva) e sempre mia Madre mi faceva mangiare delle scaloppine coi boccioli e punte di pino.
Ma torniamo ai Galli, essi infilavano i boccioli con le punte verde chiaro all'interno della loro carni, (è vero che aggiungevano di tutto), spesse volte li lasciavano seccare al sole e sbollentati nel loro Hydromel, (vino acido, quasi aceto, mescolato col miele).
Bisogna tagliare le punte verde chiare dei pini.